Brescia: premiata per la raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio

Il riconoscimento conferito dal Consorzio RICREA, che in questi giorni è in Piazzale Miro Bonetti con il tour Capitan Acciaio per informare ed educare i cittadini con attività e laboratori.
La Lombardia regione virtuosa: nel 2017 raccolti 2,9 kg di imballaggi in acciaio per abitante

 

Brescia, 5 giugno 2018 - Barattoli e scatolette, bombolette spray e tappi corona, latte, fusti, fustini e chiusure: in questi giorni gli imballaggi in acciaio sono protagonisti a Brescia in Piazzale Miro Bonetti con il tour Capitan Acciaio, un’iniziativa promossa da RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, per informare i cittadini sulle qualità degli imballaggi in acciaio ed educarli a una corretta raccolta differenziata.

“Per noi Brescia è una città importante, e i risultati conseguiti dimostrano l’impegno di istituzioni, operatori e cittadini nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio – spiega Federico Fusari, direttore generale di RICREA -. Nel 2017 in Lombardia abbiamo registrato una resa di 2,9 kg raccolti per abitante/anno, un risultato positivo che può essere ulteriormente migliorato. Il nostro obiettivo come Consorzio infatti è di aumentare ancora i risultati ottenuti, informando i cittadini sulla ‘convenienza ambientale’ della raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio, materiale permanente che si ricicla al 100% all’infinito. Brescia inoltre offre un esempio concreto di filiera corta, garanzia di efficienza del recupero e riciclo nel pieno rispetto dell’ambiente: il percorso degli imballaggi in acciaio che, dopo l’utilizzo, da rifiuto rinascono sotto forma di nuovi prodotti in acciaieria si esaurisce completamente all’interno del territorio bresciano”.

Questa mattina, proprio per l’impegno nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio e i risultati raggiunti, RICREA ha conferito uno speciale riconoscimento alla Città di Brescia. A ritirare il premio l’assessore all’ambiente Gianluigi Fondra.
Oltre alla Città di Brescia, RICREA ha premiato gli altri protagonisti del circuito virtuoso della raccolta differenziata e del riciclo: da A2A, che a Brescia gestisce il ciclo integrato dei rifiuti, alle acciaierie presenti sul territorio Alfa Acciai, Feralpi e IRO.

 “I rifiuti metallici/in acciaio, raccolti assieme al vetro, rappresentano una componente importante della raccolta differenziata che A2A, tramite la propria società Aprica, effettua a Brescia – evidenzia l’ufficio stampa di A2A -. Nel 2017, anche grazie all’avvio del nuovo sistema di raccolta combinato dei rifiuti sull’intero territorio cittadino, la raccolta differenziata ha raggiunto il 62% con un incremento del 17,5% rispetto all’anno precedente, ponendo Brescia tra le realtà più virtuose in Italia tra quelle di medie dimensioni. Il trend di crescita è stato confermato anche nel primo quadrimestre 2018 dove la percentuale di raccolta differenziata è salita al 65,5% (se consideriamo il nuovo metodo di calcolo applicato a livello nazionale questo valore si assesta al 73%). In particolare la raccolta di vetro + metalli ha fatto registrare nel 2017 un incremento del 23,2% rispetto al 2016. Questo premio rappresenta quindi un riconoscimento all’impegno dei cittadini nella corretta separazione dei rifiuti e all’attenzione per il rispetto dell’ambiente dimostrato”.



“Ogni anno l’Italia consuma circa 20 milioni di tonnellate di rottame, materia prima siderurgica per eccellenza. Ne fanno parte le centinaia di migliaia di tonnellate di imballaggi in acciaio raccolte e recuperate da RICREA, che è riuscita a inserirsi a pieno titolo nella filiera nazionale di approvvigionamento di materie prime – ha detto Emanuele Morandi, presidente di siderweb – La community dell’acciaio -. Il ruolo di siderweb è da sempre quello di promuovere con la propria attività quotidiana una visione di sistema per l’acciaio. Visione che ha nella sostenibilità e nel concetto di economia circolare i propri pilastri”.

“Dare nuova vita a ciò che all’apparenza può sembrare un rifiuto è una caratteristica propria dell’acciaio che, possiamo dirlo, è stato un netto anticipatore di quella logica circolare che oggi deve guidare la nuova economia e lo sviluppo sostenibile. Questo è l’approccio che il Gruppo Feralpi ha fatto proprio. Lo scorso anno, le nostre acciaierie presenti a Brescia hanno recuperato 24.246 tonnellate di acciaio proveniente dagli imballaggi, ovvero oltre tre Tour Eiffel e quasi il 7% dell’intero acciaio che Ricrea ha riavviato al riciclo lo scorso anno – ha spiegato Cesare Pasini, vice presidente Gruppo Feralpi -. Tutto il nostro Gruppo, a dir del vero, recupera circa due milioni e mezzo di tonnellate di acciaio ogni anno, ma l'attenzione verso ogni singola tonnellata denota un comportamento responsabile. Non a caso, siamo certificati EMAS ed EPD. Inoltre, poiché adottiamo un metodo scientifico e una comunicazione trasparente, mettiamo a disposizione queste informazioni, e molte di più, nei nostri Bilanci di Sostenibilità. Ricevere oggi questo riconoscimento avvalora la convinzione di essere sulla giusta strada”.

Fino a questa sera in Piazzale Miro Bonetti il supereroe Capitan Acciaio è a disposizione per aiutare i cittadini a scoprire i vantaggi della raccolta differenziata e il valore del riciclo dell’acciaio, il materiale più riciclato in Europa. Nel 2017 nel nostro Paese sono state avviate al riciclo 361.403 tonnellate di imballaggi in acciaio, un quantitativo sufficiente per realizzare ben 3.600 chilometri di binari ferroviari, in grado di collegare Bari e Mosca.

 

 

Per ulteriori informazioni:

Miriam Pagano
Ufficio stampa RICREA
c/o Black & White Comunicazione
Cell. 349 23 73 166
Tel. 02 36 50 72 05
m.pagano@bwcomunicazione.it

Roccandrea Iascone
Responsabile Comunicazione RICREA
Cell. 349 87 15 54
iascone@consorzioricrea.org

Indietro